ok

ASTA BOLAFFI, SI RIVEDONO I GRANDI MANIFESTI

All’incanto del prossimo 6 novembre la casa d’aste torinese, oltre a una raccolta di pregevoli manifesti, propone alcuni lotti di  fotografie d’artista  e opere pittoriche d’autore .

ok

La casa d’aste Bolaffi si presenta all’appuntamento torinese del 6 novembre con uno scrigno pieno di tesori. Ampia e varia, anche a livello di stime, l’offerta di manifesti murali cromolitografici, arredi, pitture, fotografie ai sali d’argento, tutte  in pieno stile Novecento. Un’asta da non perdere  variegata da nomi d’autore blasonati con  stime  di vendita che oscillano dai 200 ai  10 mila euro. Un catalogo molto interessante per chiunque voglia rafforzare la propria collezione o iniziare un percorso collezionistico di buon livello o più  semplicemente dare un tocco di classe  in più all’arredamento del proprio salotto.

Il catalogo apre con una serie di imponenti manifesti  di varie tematiche  a firma L. Cappiello, A.Hohenstein, P. Codognato, A. L. Mauzan, L.Metlicovitz, D. Cambelotti, A. Mazza solo per citarne alcuni tra i maggiori. Non manca certamente  la firma  di M. Dudovich con quattro  belle rappresentazioni :

Lotto 15:  “Qual sole fra le stelle G.B. Borsalino fu Lazzaro & C. “, 1920 ca, Litografia,  Ediz.STAR, Milano, 140 x 100 cm, Stima : € 2.000 – 3.000

Lotto 17: “La Rinascente”, 1924 ,Litografia, Edizioni STAR, Milano, 193 x 137 cm, Stima : € 8.000 – 10.000

Lotto 18 : “ La Rinascente Vendite speciale pelliccerie “, 1926, Litografia, STAR, Milano, 140 x 101 cm, Stima : € 5.000 – 7.000

Lotto 29 :” I^ Esposizione Nazionale Biennale d’Arte Città di Napoli”,  1921, Litografia, Bestetti & Tumminelli, Milano-Roma, 100 x 67 cm, Stima : € 1.500 – 2.000

Poi ancora in evidenza al lotto 10  un “ Portfolio Ricordi 1914”,  rara cartella  composta da 50 (di 70) litografie a colori  (cm 36 x 26) stampate da Ricordi, Milano. Tra esse spiccano immagini di Dudovich, Hohenstein, Metlicovitz, Laskoff e molti altri, tra i più importanti cartellonisti che lavoravano nella scuderia del celebre editore milanese.  Stima : € 6.000 – 8.000.

Seguono poi pagine di catalogo ricche di fotografie d’autore, molto interessanti  sotto il lato collezionistico e storico, esemplari sviluppati  alla gelatina di sali d’argento,  di intimo pregio come i nudi  di  soubbrette ritratte da R. Baccarini, Leo Matiz che ritrae  Frida Kalho, Andy Warhol,Gabriele Basilico e tanti altri fotogrammi in b/n provenienti da agenzie di stampa  internazionali. Tutti pezzi  con  stima dai 200 ai 4000 euro fino ad arrivare alla “Marilin” di Bern Stern  che più che una foto e una vera e propria opera d’arte stimata tra i 15 e 20 mila euro.

Di Giò Ponti si possono trovare numerosi disegni a lapis    progettuali di edifici, di moda, di arredo  nonché ceramiche di diverso soggetto e fattura. Un lotto questo, venduto frazionato,  di non facile reperibilità.

La lista delle opere novecentiste si apre   con U. Boccioni, N. Diulgheroff, E. Sacchetti,  A. Savinio, G. Severini, D. Cambelotti, A. Soffici, L. Viani. Nutrita anche  la rappresentanza dei futuristi  F. Depero, G. Dottori, U.Pozzo, O.Peruzzi.

Presenti in lista  anche molti autori minori ma di non  meno capacità pittorica quali A. Bucci,  G. Amisani e tanti altri. Elencarli tutti, tra noti e meno noti, è impossibile.

Uno spaccato del Novecento per tutti i gusti, per tutte le tasche ed esigenze d’arte. Dei piccoli gioielli con tecniche miste  più o meno cari  disponibili anche  e non solo  per una piccola spesa godibile e tangibile  nel tempo,per  chiunque voglia  valutare un investimento consapevole  e  diversificato .

La direzione artistica

Nell’Icona : Lotto 17: Marcello Dudovich .  “La Rinascente”, 1924 ,Litografia, Edizioni STAR, Milano, 193 x 137 cm, Stima : € 8.000 – 10.000



error: Content is protected !!