300

IL MARE CROMOLITOGRAFICO DEL SETTEMBRE 1922

Da un’officina grafica milanese in dismissione

300

Così forse Dudovich  interpretava a suo modo il mare  nel mese di settembre. Ma non è la solita storia. Esistono ancora piccoli tesori nascosti che con il trascorrere del tempo emergono dopo decenni di sepoltura. Da una piccola stamperia privata milanese in dismissione  abbiamo raccolto materiale per lui prodotto su  commessa. Siamo nel 1922 e Dudovich già   prestava la sua mano per il Corriere della Sera di Milano , quotidiano  di vecchia data fondato nel 1876. A lui il Corriere  affidò la realizzazione di illustrazioni a colori e in b/n  della rivista “ La Lettura “, rivista mensile della testata meneghina. Non sempre le lavorazioni litografiche erano elaborate dalle arti grafiche interne all’azienda  che spesso appaltava  a piccoli artigiani o stamperie anonime la lavorazione delle matrici grafiche poi destinate alla produzione seriale. Nel nostro caso presentiamo una piccola lastra in piombo di cm 12 x 8,5 e  dello spessore di 8 mm avvitata  su sottostante  tavoletta di legno massello di mm 15. Una matrice  lavorata e cesellata con bulino sui perimetri del soggetto, dei gabbiani e della scritta di testata. Si nota chiaramente la porosità del piombo che crea una  retinatura puntinata di fondo che poi verrà annullata prima della  stampa mediante un processo di saturazione in pasta liquida  di caolino  poi raschiata a sgarzino. Nella preparazione  e lavorazione della lastra verranno attuati alcuni basilari contrasti trattando il piombo con acido  nitrico sapientemente diluito in percentuali note solo agli operatori dell’epoca, erano questi veri e propri sciamani e negromanti della grafica e incisione. Il processo di lavorazione sarà  lungo in quanto la lastra  subirà alcuni passaggi fondamentali per preparare il supporto  a ricevere lo smalto  anch’esso composto da pigmentazione chimica a noi sconosciuta. Erano queste  le infinite tecniche incisorie che variavano di volta in volta  secondo necessità artistica. Sarà questo  piccolo manufatto ad essere creato per la stampa in b/n  dell’immagine di testata  della seconda pagina della rivista  “ La Lettura “ del 1 settembre 1922, anno XXII n. 9 adornante l’articolo editoriale “ Un ritratto giovanile inedito del Conte di Cavour “. La lastra in questione è stata realizzata rovesciata in quanto una volta inserita nella pressa ne sarebbe uscito il  foglio con il recto desiderato. Per ultimo  abbiamo rilevato che il medesimo soggetto della ragazza in costume  è stato assimilato con alcune varianti anche alla prima di copertina  del medesimo numero  della rivista e ciò testimonia come i soggetti ideati fossero polivalenti in molteplici usi  secondo convenienza e necessità.    Riteniamo quindi che la matrice in questione rappresenti una rarità  che si è conservata nel tempo proprio perché nascosta per quasi 100 anni in un luogo  recondito e dimenticato  e oggi pervenutaci insieme ad altro materiale  che pubblicheremo nei mesi a venire con intervalli di altre significative  opere segnalateci da collezionisti. La lastra è visionabile alla sezione Grafica > La Lettura ove le comparazioni d’immagine  saranno evidenti anche ai meno esperti. “© 2018 archivio MD”

La direzione Artistica



error: Content is protected !!