Giuseppe Borsalino, nasce ad Alessandria nel 1834 da allora verrà affettuosamente chiamato "u’ siur Pipen" ( il signor Pippo ) . Giuseppe iniziò a lavorare a 13 anni in piedi su uno sgabello per raggiungere il bancone facendo la felicità di sua...

G.B. Borsalino fu di Lazzaro & C. – Alessandria. Fu la più nota e rinomata azienda di cappelli italiani con marchio esportato a livello globale. Un brand italiano di classe e distinzione con una storia di eccellenza . ...

Inauguriamo questo 2019 presentando un inedito acquerello del collezionista G.B. con speranza di riceverne altre da censire. L’opera in esame è stata realizzata su un foglio di carta da disegno di cm 64,50 x 34,50 e rappresenta una ...

Dopo la Bolaffi di Torino a “ Zena “ è di scena una ulteriore tornata di manifesti presso la Cambi casa d’aste con sede nel capoluogo ligure. Il catalogo visibile online presenta un’ampia scelta di manifesti ...

Ampia fu la produzione di MD con soggetti militari. Tra il 1914 e il 1918 il I° conflitto mondiale portò una disastrosa situazione politica ed economica che si riflettè anche nelle illustrazioni editoriali di tale Autore. In quegli...

La “magnifica ossessione “ fu una mostra promossa nel 2017 da Mart di Rovereto e celebra un collezionismo non sempre ragionato, spesso compulso e spesso influenzato da inconsci comportamenti nel pensare ed agire. Opere mirate...

La mostra mette in evidenza la capacità del brand di raccontare la propria contemporaneità attraverso l’immagine. Un’immagine che è da sempre il principale mezzo di comunicazione dell’azienda. Una scelta che, attraverso le grafiche, la cartellonistica, gli spot, il rapporto con il mondo dell’arte e...

Così forse Dudovich interpretava a suo modo il mare nel mese di settembre. Ma non è la solita storia. Esistono ancora piccoli tesori nascosti che con il trascorrere del tempo emergono dopo decenni di sepoltura. Da una piccola stamperia privata milanese in dismissione...

Siamo a Milano, quartiere “San Siro", zona di pregio residenziale posta ad Ovest dell’agglomerato urbano. Tra il 1920 e 1930 tale quartiere sarà oggetto di alcune rilevanti edificazioni dedicate all’attività sportiva quali, nel 1920 ca l’ Ippodromo del galoppo...

error: Content is protected !!