Nuovo manifesto di Dudovich datato 1903 ca e realizzato la pubblicità dedicata al Giornale d’Italia con sede a Roma, Palazzo Sciarra. Di cm 175 x 100 fu questo un manifesto particolarmente dedicato alle affissioni murali per ovvie ragioni...

Prima news del 2018 per presentare un manifesto di Dudovich poco conosciuto al grande pubblico. Fuori dai soliti schemi questa litografia di formato “easy “ cm 60 x 38 fu realizzato agli albori della vincente carriera ,...

Benvenuti nel nuovo web dell’Archivio MD che dal 2018 riparte con una terza nuova edizione aderente ai correnti dettami moderni di archiviazione e navigazione. La struttura del sito è sostanzialmente rimasta uguale alla precedente ma cambia la grafica...

Nella ricerca di abbigliamenti modaioli e di “ tendenza “ Dudovich realizzò numerose tavole rappresentanti soggetti femminili ritratti in pose ed atteggiamenti sportivi invernali. Spesso tali lavori venivano usufruiti per ...

Presentiamo il secondo acquerello della collezione A.V. strettamente correlato all’ acquerello esaminato nelle precedente news. La tavola in questione ( acquerello su carta , cm 50 x 40, 1922 ca ) è la...

Dopo la Bolaffi di Torino a “ Zena “ è di scena una ulteriore tornata di manifesti presso la Cambi casa d’aste con sede nel capoluogo ligure. Il catalogo visibile online presenta un’ampia scelta di manifesti ...

La mostra mette in evidenza la capacità del brand di raccontare la propria contemporaneità attraverso l’immagine. Un’immagine che è da sempre il principale mezzo di comunicazione dell’azienda. Una scelta che, attraverso le grafiche, la cartellonistica, gli spot, il rapporto con il mondo dell’arte e...

Le donne degli anni Venti erano ninfe con abiti di chiffon, ritratte da splendidi disegnatori in cromolitografie. Negli anni Cinquanta, le regine della casa vestivano gonne a ruota sul modello delle "fidanzate d'America", incorniciate però dai motivi razionalisti di una grafica tedesca. Le ragazze degli...

Treviso - Nasce nella Treviso di Nando Salce il primo museo italiano della pubblicità. Dalla passione di un adolescente classe 1877 affascinato dai manifesti liberty, una collezione decisamente in anticipo sui tempi, che grazie a numeri esorbitanti e all’elevatissimo livello qualitativo è in grado di...

error: Content is protected !!